Liberazione d’Italia, così l’ha ricordato l’ebraismo italiano

Avatar
Redazione
-
News

Liberazione d’Italia, così l’ha ricordato l’ebraismo italiano

News
Avatar
Redazione

Il 25 aprile e l’ebraismo italiano è un’associazione inevitabile quando si parla della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Associazione che ha avuto luogo in un posto simbolico per la lotta partigiana di Porta San Paolo e che ha toccato uno dei suoi picchi, quando ai nomi di alcuni componenti della Brigata Ebraica è seguito l’inno di Mameli.

Così sono iniziate le celebrazioni per il 25 aprile per la Comunità ebraica di Roma, per l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e per un Gruppo Ebraico Volontari, rappresentati dai loro massimi esponenti: la Presidente CER Ruth Dureghello, il Vicepresidente CER Ruben Della Rocca, la Presidente UCEI Noemi Di Segni, oltre a numerosi altri consiglieri e assessori comunitari.

Prima il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti hanno deposto due corone di fiori per celebrare il 77° anniversario della Liberazione, che poi si sono spostate al Museo Storico della Liberazione di Via Tasso, che durante l’occupazione nazifascista fu fatto diventare sede del Comando del Servizio di Sicurezza delle SS, sotto la guida del colonnello Herbert Kappler.

Qui, Gualtieri accompagnato dall’Assessore alla Cultura Miguel Gotor e una delegazione dell’ebraismo italiano, composta dal Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni, dalla Presidente CER Ruth Dureghello, dal Vicepresidente CER Ruben Della Rocca, dall’Assessore alla Memoria Massimo Finzi, dalla Presidente UCEI Noemi Di Segni, hanno deposto una corona di fiori.

La voglia di ricordare la Liberazione italiano dal nazismo e dal fascismo della Comunità Ebraica di Roma l’ha portata a partecipare alla manifestazione per il 25 aprile organizzata da Azione e +Europa a Largo di Torre Argentina in collaborazione con numerose associazioni del territorio, in cui è stato dato risalto al grande contributo offerto dalla Brigata Ebraica, tanto ha fatto per consegnare a noi un paese libero e democratico.

Perché che gli ebrei abbiano avuto un ruolo importante nella Liberazione è un dato storico e non sarà mai l’assenza o la presenza di bandiere a metterlo in discussione…

 

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US