L’Europa dice sì alla task force europea contro l’antisemitismo

Redazione
-
Antisemitismo

L’Europa dice sì alla task force europea contro l’antisemitismo

Antisemitismo
Redazione

La task force europea contro l’antisemitismo si farà, parola di Federica Mogherini. L’Alto Commissario per gli Affari Esteri dell’Unione Europea con una lettera al quotidiano La Repubblica risponde positivamente all’appello lanciato dal consigliere speciale dell’European Jewish Congress, Alessandro Ruben, e sostenuto da uno schieramento parlamentale trasversale che va da Forza Italia al Partito democratico passando per il Nuovo Centrodestra.

“Subito dopo gli attentati di Parigi”, scriveva sabato Mogherini su Repubblica, “ho ricevuto a Strasburgo una delegazione dell’European Jewish Congress guidata dal suo presidente Moshe Kantor. In quella occasione parlai dell’urgenza di accogliere proposte come quella di una task force contro l’antisemitismo, sostenuta in questi giorni anche da un largo numero di parlamentari italiani”. “Per questo – annuncia Mogherini – ho trasmesso la proposta al Vice Presidente della Commissione Europea Franz Timmermans, che ha competenza formale sulla materia e stiamo già lavorando su diverse iniziative”. Insomma: ora la palla passa a Timmermans che dovrà decidere se mettere in rete l’assist dell’Alto Commissario agli Affari Esteri o se invece (improbabile) ignorarlo.

Per i deputati dem Lia Quartapelle, Andrea Manciulli e Emanuele Fiano la task force rappresenta “un lavoro serio sulla cultura della tolleranza e della differenza, accanto a un’opera di controllo e repressione di comportamenti razzisti e fanatici”. Per i deputati di Forza Italia “la richiesta dell’EJC oltre ad essere in linea con la risoluzione presentata lo scorso 25 febbraio al Senato americano si rende necessaria al fine di far fronte comune al rigurgito dell’antisemitismo in tutta Europa e alla minaccia terrorista”. Secondo il capogruppo forzista alla Camera, Renato Brunetta, infatti “la costituzione di una Task Force potrà rappresentare un investimento fondamentale e di lungo periodo in particolare sull’educazione e sulla sicurezza. Per questo oggi non possiamo che schierarci dalla parte dei nostri cittadini europei di religione ebraica la cui difesa vuol dire difesa delle stesse radici giudaico e cristiane dell’Europa”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US