Italia e Stato palestinese: si al riconoscimento ma non ora

Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager
-
News

Italia e Stato palestinese: si al riconoscimento ma non ora

News
Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager

Sì al riconoscimento di uno Stato palestinese, ma a determinate condizioni. E’ questo il messaggio che è passato oggi attraverso il Parlamento italiano dopo l’approvazione di due mozioni presentate rispettivamente dal Partito Democratico e da Area popolare-Scelta civica.
La prima, votata da 300 sì e 45 no, chiede di “continuare a sostenere in ogni sede l’obiettivo della costituzione di uno Stato palestinese che conviva in pace, sicurezza e prosperità accanto allo stato d’Israele, sulla base del reciproco riconoscimento e con la piena assunzione del reciproco impegno a garantire ai cittadini di vivere in sicurezza al riparo da ogni violenza e da atti di terrorismo”. La mozione di Ap-Sc invece pone ulteriori paletti e chiede più garanzie prima del riconoscimento vero e proprio: i popolari chiedono infatti che si lavori affinché Hamas e ANP raggiungano un intesa all’insegna dell’abbandono della violenza e del riconoscimento dello Stato d’Israele, per porre quindi le basi che portino alla costituzione di uno Stato di Palestina.
La scelta è riassunta in modo efficace nelle parole del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il quale ha affermato che “c’è il diritto dei palestinesi a un loro stato e il diritto dello stato di Israele a vivere in sicurezza di fronte a chi per statuto vorrebbe cancellarne l’esistenza. In questo quadro il governo valuta favorevolmente l’impulso parlamentare a promuovere il riconoscimento di uno stato palestinese e a fare tutti gli sforzi per riprendere il negoziato tra le parti”.
Nonostante qualche scontento politico, l’approvazione delle due mozioni confermano più o meno le decisioni e i valori sanciti dagli Accordi di Oslo, di cui anche l’Europa si fece garante in un momento successivo. Per questo, a pochi secondi dall’ufficializzazione delle mozioni, è giunto l’apprezzamento dell’Ambasciata di Israele in Italia, che ringrazia per non aver riconosciuto subito lo Stato palestinese, ma di aver espresso la volontà di passare attraverso il tavolo dei negoziati a cui siederanno i leader di entrambi i popoli.
Afflitti invece i pentastellati e gli esponenti di Sel, che hanno visto cadere le mozioni presentate, per le quali l’Italia avrebbe dovuto approvare senza alcuna condizione il riconoscimento della Palestina.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US