I materiali per la ricostruzione di Gaza utilizzati per riparare i tunnel del terrore

Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager
-
News

I materiali per la ricostruzione di Gaza utilizzati per riparare i tunnel del terrore

News
Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager

I timori di Israele si sono realizzati e una fonte palestinese riportata da Radio Israel fa sapere che parte del materiale edile entrato a Gaza negli ultimi mesi, destinato in teoria alla ricostruzione delle case e delle scuole, è andato a finire nel sottosuolo. Gli uomini di Hamas – che hanno il controllo su quanto entri ed esca dalla Striscia – come previsto hanno utilizzato il cemento e gli altri materiali da costruzione per riparare i tunnel del terrore distrutti da Israele durante l’Operazione Margine di Difesa e in parte anche dall’Egitto.

La vasta rete sotterranea da anni viene utilizzata dai terroristi per il trasporto di armi, ma in agosto era servita anche per entrare in territorio israeliano e compiere attentati, fortunatamente tutti respinti dalle forze israeliane che hanno scoperto e sventato decine di tentativi di attacchi terroristici ai villaggi ebraici più vicini a Gaza.

Un tunnel del terrore sotto il suolo di Gaza, con elettricità e linea telefonica

Un tunnel del terrore sotto il suolo di Gaza, con elettricità e linea telefonica

Prima dello scorso ottobre, lo Stato d’Israele aveva vietato l’ingresso nella Striscia di alcuni materiali da costruzione, proprio dopo aver scoperto un grande tunnel che attraversava Gaza e tramite il quale Hamas aveva progettato di attaccare la popolazione israeliana.
Due mesi fa invece, sotto la pressione internazionale, lo Stato ebraico – che a differenza dell’Egitto ha deciso di lasciare aperto il valico che lo collega a Gaza – ha accettato di lasciar passare tonnellate e tonnellate di materiali edili per la ricostruzione degli edifici danneggiati o distrutti. L’Onu aveva interceduto per le richieste palestinesi con una mediazione tra l’ANP e Israele, concordando un meccanismo di controllo che avrebbe assicurato che i prodotti non sarebbero finiti nelle mani di Hamas.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US