Germania: la tecnologia israeliana che rivoluziona l’industria aeronautica

Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager
-
News

Germania: la tecnologia israeliana che rivoluziona l’industria aeronautica

News
Avatar
Micol AnticoliEditor & Event Manager

Shuki Eldar, dell’Industria Aeronautica Israeliana, l’ha definita “una rivoluzione ecologica nel settore dell’aviazione commerciale”. Si tratta di Taxibot, un veicolo robotizzato in grado di trasportare gli aerei con tutti i passeggeri all’interno.

La macchina è stata inaugurata giovedì scorso a Francoforte dopo la firma di un memorandum d’intesa fra Lufthansa e l’Israeli Aviation Industry, in una entusiastica cerimonia alla presenza di giornalisti e personaggi di spicco del settore. Taxibot è stato progettato finora per trasportare i Boeing 737, il più comune modello di aereo di linea, ma ben presto sarà sviluppato per trasportare anche i più grandi Boeing 747 e Airbus A380.

La funzione di Taxibot è trasportare i velivoli dai terminal oppure dai parcheggi alle piste di decollo; in quei tratti infatti gli aerei che normalmente vengono guidati dai piloti, consumano importanti quantità di carburante, ma soprattutto inquinano l’ambiente. Con questa nuova macchina robotica, invece, i piloti saranno in grado di spostare gli aerei carichi di passeggeri fino alla pista senza accendere il motore, ma manovrando semplicemente Taxibot con un telecomando. In parole povere, questa nuova trovata non è altro che il veicolo da traino che già conosciamo, più sviluppato, potente e tecnologico. La macchina tradizionale da traino che tutti hanno visto almeno una volta, permette soltanto di tirare l’aereo e spostarlo dal terminal ad una buona distanza di sicurezza che gli permette di iniziare le manovre senza danneggiare nulla intorno, ma non è controllabile dal pilota e non è in grado di portare il velivolo aereo fino alla pista.

La compagnia tedesca Lufthansa vede in Taxibot lo strumento per ridurre l’inquinamento acustico e atmosferico, tanto che il consigliere Kay Kratky ha affermato che la compagnia si pone l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 fino al 50% entro il 2050, e che l’utilizzo di questa tecnologia israeliana presso l’aeroporto di Francoforte farà risparmiare ben 2700 tonnellate di carburante ogni anno.Ora anche la Francia sta valutando la possibilità di utilizzare la macchina robotizzata presso l’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US