Warning: unlink(/home/progettoni/www/wp-content/themes/CherryFramework/less/bootstrap.less.cache): No such file or directory in /home/progettoni/www/wp-content/themes/CherryFramework/functions.php on line 169
Germania, altro episodio di antisemitismo fra i banchi di scuola

Germania, altro episodio di antisemitismo fra i banchi di scuola

Redazione
-
Antisemitismo

Germania, altro episodio di antisemitismo fra i banchi di scuola

Antisemitismo
Redazione

Germania e l’antisemitismo. Non è un capitolo di un libro di scuola, che parla dell’odio antiebraico a cavallo degli Anni 30. È una piaga sociale che è tornata nel paese negli ultimi anni e oggi sta assumendo dimensioni sempre maggiori.

Dall’inizio del 2018 sono numerosi gli episodi di antisemitismo accaduti nelle città tedesche. Ultimo in ordine di tempo, è quello di cui è stato vittima un allievo della John F. Kennedy, rinomata scuola tedesco-americana, nel quartiere della Berlino bene.

L’adolescente ha raccontato di aver subito varie aggressioni, fra cui essersi ritrovato un adesivo con una croce uncinata sulla schiena. Quella che ha destato più scalpore e che sta facendo molto discutere l’opinione pubblica tedesca, però, è un’altra: qualcuno ha soffiato del fumo sul volto del ragazzo dicendogli: “questo dovrebbe ricordarti gli antenati gasati”.

Un’aggressione talmente brutale e piena di odio da far rabbrividire, che far tornare alla mente il grido d’allarme lanciato dalla comunità ebraica tedesca all’inizio dell’anno. In quell’occasione i rappresentanti comunitari sollecitarono le scuole a monitorare la situazione dopo la denuncia di un padre, la cui figlia era stata insultata da una coetanea musulmana a causa della sua religione che l’aveva minacciata di morte.

Lo scorso aprile, sempre a Berlino, due ragazzi vennero aggrediti perché indossavano la kippà (il copricapo ebraico) segnando un altro episodio che aveva portato alla ribalta il problema dell’antisemitismo in Germania.

Antisemitismo che poche settimane fa è sfociato addirittura in un omicidio. A Magonza, infatti, è stata trovata senza vita Susanna Feldmann, 14enne ebrea tedesca scomparsa la sera del 22 maggio scorso dopo un’uscita con gli amici a Wiesbaden, a pochi chilometri dalla sua abitazione.

Numerosi episodio di odio contro gli ebrei in pochi mesi sono la cartina di tornasole di una piaga sempre più diffusa in Germania che in molti, come spesso accade, tendono a sottovalutare.

Quando si apriranno gli occhi?

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US