Turchia, espulso ambasciatore di Israele

Redazione
-
Medio Oriente

Turchia, espulso ambasciatore di Israele

Medio Oriente
Redazione

La Turchia ha espulso l’ambasciatore israeliano Eitan Naeh. La decisione è arrivata in seguito ai disordini scoppiati al confine tra Israele e Gaza, dopo che i militanti palestinesi hanno risposto alla chiamata alle armi di Hamas.

Il ministero degli Esteri turco ha riferito al diplomatico dello Stato ebraico che “per un certo periodo” sarebbe stato “appropriato” lasciare il paese.

Le autorità turche hanno usato parole durissime contro Israele. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha attacco il premier israeliano Benjamin Netanyahu:

“È il primo ministro di uno Stato che pratica l’apartheid e ha le mani sporche del sangue dei palestinesi”.

Il premier Binali Yildirim ha dichiarato che quello avvenuto nella Striscia di Gaza è un “crimine contro l’umanità”, accusando gli Usa di “corresponsabilità” con Israele.

La risposta di Benjamin Netanyahu non si è fatta attendere:

“Erdogan è fra i maggiori sostenitori di Hamas e di conseguenza non c’è dubbio che sia un grande intenditore di terrorismo e di stragi. Gli suggerisco di non farci prediche morali”.

Poche ore dopo la decisione del governo di Ankara, Israele ha espulso il console generale turco.

La Turchia ha richiamato in patria per consultazioni anche l’ambasciatore a Washington. Gli Stati Uniti non sono rimasti in silenzio e tramite Nikki Haley, ambasciatore Usa all’Onu, hanno puntato il dito contro l’organizzazione terroristica che governa Gaza:

“Hamas incita da anni la violenza, ben prima dello spostamento dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme. Coloro che suggeriscono che la violenza a Gaza abbia qualcosa a che fare con la posizione dell’ambasciata americana sbagliano, spostare l’ambasciata era la cosa giusta da fare”.

Disordini, morti, guerre mediatiche ed escalation diplomatiche. Questo è la fotografia dell’attuale situazione in Medio Oriente, dopo che gli Usa hanno trasferito la propria ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme e Hamas ha chiamato i suoi militanti per scardinare il confine con Israele.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US