Stati Uniti: i repubblicani vogliono designare le Guardie Rivoluzionarie Iraniane come organizzazione terroristica

Avatar
Mario Del MonteEditor
-
Medio Oriente

Stati Uniti: i repubblicani vogliono designare le Guardie Rivoluzionarie Iraniane come organizzazione terroristica

Medio Oriente
Avatar
Mario Del MonteEditor

 

Il Partito Repubblicano statunitense intende designare le Guardie Rivoluzionarie Iraniane come un’organizzazione terroristica al pari di al-Qaeda e altre sigle della Jihad. Questa settimana il senatore Ted Cruz ha presentato al Senato americano il IRGC Terrorist Designation Act, una proposta di legge che verrà affiancata a quella prodotta alla Camera da Michael McCaul. Entrambe le proposte vorrebbero intervenire sulla politica del Dipartimento di Stato che fino ad oggi non ha mai considerato questa organizzazione militare come dedita ad azioni con finalità terroristiche.

Con questa definizione gli Stati Uniti potrebbero intentare azioni legali contro individui e gruppi che supportano militarmente e finanziariamente l’organizzazione iraniana. La legislazione americana infatti prevede che possano essere presentati capi d’accusa contro “chiunque fornisca supporto materiale o risorse ai gruppi terroristici” una definizione in cui rientrano denaro, documenti, alloggi, addestramento, armi e mezzi di trasporto. Qualsiasi membro di un’organizzazione terroristica può inoltre essere espulso dagli Stati Uniti anche se è legalmente all’interno del paese e le banche sono obbligate a congelare i fondi anche solo sospettati di collegamenti con il mondo del terrorismo internazionale.

La proposta McCaul fu presentata nel 2012 ma ha ricevuto un nuovo impulso in seguito all’accordo sul programma nucleare iraniano di questa estate e al fallimento del tentativo dei repubblicani di bloccare la rimozione delle sanzioni su Teheran. Le Guardie Rivoluzionarie sono profondamente coinvolte sia nell’economia civile che in quella militare della Repubblica Islamica ed è probabile che saranno i primi a beneficiare del denaro introdotto nel paese grazie allo smantellamento delle sanzioni economiche internazionali che finora avevano paralizzato l’economia iraniana. I presentatori della proposta di legge sono convinti che con questa potranno compensare l’ondata di benefit che le Guardie Rivoluzionarie riceveranno con l’implementazione del Joint Plan of Action.

A metà Ottobre Obama firmerà la rimozione delle sanzioni ma questa entrerà in vigore solo quando l’Iran soddisferà le condizioni iniziali del patto. Si stima che l’Iran riceverà dallo smantellamento delle sanzioni una cifra variabile fra i 50 e 100 miliardi di dollari e i sottoscrittori del patto sanno che alcuni di questi fondi verranno utilizzati per finanziare le attività terroristiche e paramilitari dell’Iran in Medio Oriente.

Ad oggi gli Stati Uniti considerano ancora l’Iran come uno Stato sponsor del terrorismo internazionale le Brigate Quds, che rientrano nei quadri delle Guardie Rivoluzionarie, sono considerate un’organizzazione terroristica. L’obiettivo dei proponenti è quello di svelare questa distinzione artificiale fra Brigate Quds e Guardie Rivoluzionarie. “Per circa 30 anni le Guardie Rivoluzionarie Iraniane sono state il principale promotore del terrorismo di matrice islamica radicale nel mondo, nonostante questo gli Stati Uniti nel corso degli anni hanno sanzionato alcune entità singole del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie lasciando intatta l’organizzazione stessa. Questa designazione attesa da tempo semplicemente riconosce la realtà e dirige il nostro governo verso la rimozione di questa distinzione artificiale e a considerare l’intera organizzazione come responsabile delle attività terroristiche” è stato il commento del senatore Cruz in un comunicato pubblicato nella notte di mercoledì.

Anche McCaul è intervenuto in difesa della proposta: “Gli Stati Uniti devono chiamare il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Iraniane per quello che sono: un’organizzazione terroristica impegnata nell’assassinio di americani e dei loro alleati in tutto il mondo. Il Presidente afferma che le sanzioni contro l’Iran per il suo supporto al terrorismo continueranno e verranno rafforzate nonostante l’accordo sul programma nucleare degli ayatollah e la conseguente rimozione delle sanzioni. Designando le Guardie Rivoluzionarie Iraniane come un’organizzazione terroristica Obama dimostrerebbe il suo impegno nella lotta al terrorismo iraniano.”

Le Guardie Rivoluzionarie Iraniane, attraverso l’organizzazione paramilitare Quds, sono responsabili di molteplici attentati terroristici e, insieme al Presidente siriano Bashar al-Assad, dell’uccisione di civili durante la guerra civile in Siria. Un appartenente alle Brigate Quds è stato dichiarato colpevole nel 2012 per aver tentato di organizzare l’assassinio dell’ambasciatore dell’Arabia Saudita negli Stati Uniti.

L’accordo sul programma nucleare iraniano firmato da Barack Obama non è andato giù al Partito Repubblicano che ora sta preparando un’altra proposta di legge da presentare alla Camera dei Rappresentanti. Questa bozza, a cui sta lavorando il Rappresentante della Pennsylvania Patrick Meehan, proibirebbe al Presidente la rimozione delle sanzioni finché l’Iran non risarcirà le famiglie delle vittime degli attentanti finanziati o istigati dalla Repubblica Islamica, una cifra che si aggirerebbe intorno ai 43 miliardi. Dalla Casa Bianca fanno sapere che Obama utilizzerà il potere di veto per bloccare la proposta motivandolo con il fatto che quest’ultima potrebbe far collassare l’accordo internazionale permettendo così all’Iran di accedere alle armi nucleari.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US