Quei terroristi ebrei che facilitano il compito dei jihadisti

Avatar
Mario Del MonteEditor
-
Israele

Quei terroristi ebrei che facilitano il compito dei jihadisti

Israele
Avatar
Mario Del MonteEditor

In seguito agli scontri a Gerusalemme, che hanno visto le forze di sicurezza israeliane entrare nella Moschea di al-Aqsa per fermare il lancio di pietre sugli ebrei che stavano pregando al sottostante Muro Occidentale per la ricorrenza di Tisha Beav, Hamas aveva istituito per oggi la “Giornata della Rabbia”. Molti hanno dato poco peso a questa notizia credendo fosse l’ennesimo tentativo, destinato a fallire, da parte di Hamas di alimentare la violenza nella West Bank. Ciò che è successo nel villaggio palestinese di Duma ha cambiato totalmente le carte in tavola.

L’uccisione di un bambino di diciotto mesi è un atto spregevole che rischia di intaccare l’indifferenza di buona parte della società palestinese nei confronti dell’ideologia violenta di Hamas. La Giornata della Rabbia, che difficilmente avrebbe causato più di qualche incidente isolato, ora rischia di innescare quella spirale di violenza auspicata dai terroristi che controllano Gaza. Un assist gentilmente offerto da quei terroristi ebrei responsabili dell’attentato di Duma.

E’ difficile prevedere quale sarà la reazione dei palestinesi: per anni la loro società è rimasta divisa tra unirsi agli sforzi dei jihadisti e prenderne le distanze. Chi ha optato per la seconda scelta lo ha fatto perché è rimasto deluso dalle conseguenze della Seconda Intifada, perché ha concentrato i propri sforzi nel trovare un lavoro e una migliore qualità di vita e perché non ha più fiducia sia in Hamas che nell’Autorità Nazionale Palestinese.

Questo attentato è peggiore di quello avvenuto lo scorso anno, quando ad essere barbaramente uccso fu l’adolescente Muhammed Abu Khdeir. Un successo per Hamas e per gli altri gruppi islamisti che ora possono cavalcare l’onda infiammando le piazze. A farne le spese sarà anche Mahmoud Abbas, Presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese, che se cercherà, come auspicabile, di sedare le proteste verrà dipinto come un “collaboratore dei sionisti” e la sua immagine verrà danneggiata permettendo a Hamas di raccogliere maggiori consensi nella West Bank.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

    This error message is only visible to WordPress admins

    Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

    There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

    Error: No posts found.

    Make sure this account has posts available on instagram.com.

    Click here to troubleshoot

  • FOLLOW US