Israele: cosa è il COGAT e come contribuisce allo sviluppo e al benessere dei palestinesi

Unità che si impegna nel promuovere e attuare aiuti in materia civile, per facilitare le questioni umanitarie, economiche e infrastrutturali nel cosiddetto West Bank e Striscia di Gaza.

Avatar
Diletta Funaro
-
Dossier, Israele, Medio Oriente

Israele: cosa è il COGAT e come contribuisce allo sviluppo e al benessere dei palestinesi

Unità che si impegna nel promuovere e attuare aiuti in materia civile, per facilitare le questioni umanitarie, economiche e infrastrutturali nel cosiddetto West Bank e Striscia di Gaza.

Israele: cosa è il COGAT e come contribuisce allo sviluppo e al benessere dei palestinesi. Secondo fonti dell’esercito israeliano ogni anno migliaia di pazienti palestinesi residenti nella Striscia di Gaza entrano in Israele per ricevere cure mediche, la maggior parte di essi sono malati di cancro.

Centinaia di pazienti da Gaza entrano in Israele ogni giorno per ricevere cure mediche”, afferma un portavoce del Coordination of Government Activities in the Territories (COGAT)

Presso l’Al-Shifa Hospital di Gaza si registra una grave mancanza di attrezzature per la radioterapia, come spiega Jaled Thabet, capo del reparto oncologico dell’ospedale, all’agenzia di stampa spagnola EFE. Il motivo è che purtroppo, la Striscia di Gaza è controllata dall’organizzazione terroristica di Hamas, che cerca costantemente di sfruttare gli aiuti destinati ai civili palestinesi per fini terroristici, danneggiandoli direttamente.

COGAT è l’acronimo che sta per Coordination of Government Activities in the Territories ed è una unità del Ministero della Difesa israeliano che si impegna nel coordinamento delle questioni civili tra il Governo di Israele, l’IDF, le organizzazioni internazionali e l’Autorità palestinese in Giudea e Samaria e nella Striscia di Gaza.

Tra le numerose attività, COGAT si occupa di:

  • Sviluppo dell’economia e delle infrastrutture;
  • Promozione di progetti umanitari;
  • Sviluppo e miglioramento – in cooperazione con la comunità internazionale – del tenore di vita dei palestinesi che vivono in queste regioni.

cogat-progetto-dreyfus

Il dipartimento per il Coordinamento Civile (Civilian Coordination) oltre a lavorare direttamente con la popolazione palestinese di Giudea e Samaria, si occupa di creare e mantenere relazioni con le controparti palestinesi. Inoltre, i rappresentanti del Dipartimento collaborano con i rappresentanti del Comitato Civile Palestinese nella Striscia di Gaza per gestire le esigenze dei residenti: trattamenti medici in Israele, fornitura delle attrezzature mediche, sviluppo commerciale ed economico.

In Giudea e Samaria, vi è un costante coordinamento della sicurezza tra l’IDF, la polizia e le forze di sicurezza palestinesi. Il mantenimento del coordinamento della sicurezza è essenziale per entrambe le parti e tutto ciò è possibile grazie all’organizzazione di corsi di formazione, seminari ed incontri.

Per ciò che concerne la Striscia di Gaza, gli sforzi per il coordinamento della sicurezza sono stati sospesi nel 2007 dopo che l’organizzazione terroristica di Hamas ha preso il controllo della regione. Dall’altra parte però, rimane invariato il coordinamento per il benessere dei civili.

Il Department for Coordination and Liaison si occupa di cooperazione con la comunità internazionale presente nella regione, al fine di promuovere progetti a livello internazionale per il benessere della popolazione. Sono oltre 200 le organizzazioni internazionali che operano in Giudea e Samaria e nella Striscia di Gaza, che includono agenzie delle Nazioni Unite e ONG.

COGAT è a tutti gli effetti un ramo professionale del Ministero israeliano della Difesa, motivo per cui ad ogni membro è richiesta una altissima preparazione che servirà ad essere pronti ad avere quotidianamente rapporti con la comunità internazionale, rappresentanti palestinesi e delle forze di sicurezza.

Ogni sottufficiale, nel corso della formazione, riceverà gli strumenti necessari per fornire i più alti standard di assistenza alla popolazione. Numerose sono quindi le nozioni trasmesse tra cui: storia dell’Islam e relativa lingua araba, potenziamento della lingua ebraica, lingua inglese, storia dello Stato di Israele, cristianesimo, comunicazioni interpersonali, teorie del coordinamento civile e sviluppo di progetti internazionali.

L’assistenza, come accade soprattutto per la Striscia di Gaza, comporta un costante calcolo ed una gestione del rischio. Da un lato, Israele fornisce assistenza umanitaria ai residenti della Striscia di Gaza e dall’altro si scontra con l’organizzazione terroristica Hamas che tenta di rubare i materiali umanitari e sfruttare i programmi di aiuto per rafforzare il loro controllo sulla popolazione e ampliare le loro infrastrutture per fini terroristici.

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US