Capo della FIFA boccia la risoluzione che squalificherebbe Israele dalle competizioni calcistiche

Avatar
Mario Del MonteEditor
-
Israele

Capo della FIFA boccia la risoluzione che squalificherebbe Israele dalle competizioni calcistiche

Israele
Avatar
Mario Del MonteEditor

Il Presidente della FIFA, Sepp Blatter, ha espresso la sua contrarietà al tentativo dei palestinesi di escludere Israele dalle competizioni calcistiche internazionali sostenendo che una mossa del genere potrebbe danneggiare l’organizzazione che governa il calcio.

Blatter ha incontrato ieri al Cairo il Presidente della Palestinian Football Association Jibril Rajoub per discutere la richiesta della federazione palestinese di sospendere Israele dalla FIFA per razzismo contro gli arabi. Quando durante la conferenza stampa gli è stato chiesto di commentare la richiesta della PFA, Blatter ha risposto dicendo che “una simile situazione non deve verificarsi ad un congresso FIFA perché la sospensione di una federazione per qualsiasi ragione è sempre qualcosa che danneggia l’intera organizzazione. Mi incontrerò con Mr. Rajoub più tardi. Non posso darvi altri dettagli.”

Nella bozza della risoluzione che chiede di squalificare Israele la PFA protesta anche per la creazione di cinque club calcistici in insediamenti nei Territori Contesi che partecipano ai campionati nazionali israeliani violando il diritto internazionale. L’ultimo appello per la squalifica di Israele da parte della PFA risale a Novembre quando le forze armate israeliane fecero irruzione nel suo quartier generale situato a Ramallah. Inizialmente le lamentele della PFA erano legate principalmente alle restrizioni di viaggio in Israele a cui sono sottoposti i giocatori palestinesi.

Per essere approvata la risoluzione dei palestinesi deve ottenere il sostegno di almeno 156 delegati sui 209 che compongono il Congresso FIFA. Blatter sarà ancora per due giorni al Cairo per incontrare la Confederazione Calcistica Africana (CAF)  che sceglierà il paese ospitante per la Coppa d’Africa del 2017.

 

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US