“Israele è uno stato legittimo”: dichiarazioni sorprendenti dell’intellettuale arabo Abdullah Al-Hadlaq

Redazione
-
Medio Oriente

“Israele è uno stato legittimo”: dichiarazioni sorprendenti dell’intellettuale arabo Abdullah Al-Hadlaq

Medio Oriente
Redazione

Abdullah Al-Hadlaq è un intellettuale arabo le cui dichiarazioni pro Israele stanno facendo molto discutere. In una recente intervista all’emittente Alrai TV, lo scrittore kuwaitiano ha dichiarato che il mondo arabo dovrebbe riconoscere Israele come “legittimo stato sovrano indipendente”.

Parole che gli sono valse accuse di pazzia, di tradimento e di essere un “agente sionista”. Ma c’è di più, perché nell’intervista Al-Hadlaq non ha nascosto la propria ammirazione per Israele e per il suo sistema valoriale, ribadendo che Israele non è stato “rubato” agli arabi:

“Coloro che dicono che Israele è stato rubato ragionano con la mentalità degli anni ’50 e ancora prima. Quando lo stato di Israele venne fondato nel 1948 non esisteva uno stato arabo chiamato Palestina. Che piaccia o no, Israele è uno stato sovrano indipendente, ed è riconosciuto dalla maggior parte delle nazioni che amano la pace e la democrazia. Il gruppo di stati che non riconoscono Israele è composto dai paesi della tirannia e dell’oppressione. Ad esempio, la Corea del Nord non riconosce Israele, ma questo non sminuisce in nulla Israele e la sua esistenza”.

Al-Hadlaq ha espresso la propria ammirazione per le università e per i centri scientifici israeliani, sottolineando “come non ne esistano nemmeno nei più antichi e potenti paesi arabi” e per lo stretto legame fra la popolazione israeliana e lo Stato ebraico:

“Magari potessimo essere anche noi come la popolazione dello stato di Israele, che si è raccolta dal primo all’ultimo a difesa di un solo soldato israeliano. Vorrei essere io un soldato difeso in questo modo dal suo paese. Per Allah, se si fosse trattato di un soldato di un paese arabo, forse che il suo paese o il suo capo di stato si sarebbero mobilitati come hanno fatto in Israele? I paesi arabi hanno avuto miriadi di vittime e nessuno se ne è preoccupato più di tanto”.

Al-Hadlaq non è nuovo a questo tipo di dichiarazioni. Già in passato l’intellettuale arabo aveva mostrato le proprie opinioni diametralmente opposte a quelle di quasi la totalità della galassia araba quando sostenne il diritto di Israele di difendersi di fronte agli attacchi di Hamas.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US