Giro d’Italia 2018, oggi si parte da Gerusalemme

Redazione
-
News

Giro d’Italia 2018, oggi si parte da Gerusalemme

News
Redazione

Il Giro d’Italia 2018 parte oggi da Gerusalemme. Poco prime che le lancette si fermeranno sulle 13, dalla capitale d’Israele inizia la prima corsa in rosa fuori dai confini europei.

Ai nastri di partenza ci saranno 176 corridori, che pedaleranno nelle splendide cornici delle location israeliane.

Il governo di Gerusalemme ha organizzato con estrema attenzione un evento che porterà il paese sugli schermi di almeno 800 milioni di telespettatori: 31 telecamere e 2 elicotteri seguiranno passo passo il Giro d’Italia 2018. Massime le misure di sicurezza: sulle strade della capitale e di Tel Aviv saranno attive 122 telecamere di sorveglianza.

Israele tiene molto a questa manifestazione sportiva. Gli organizzatori, infatti, hanno scelto il volto della meravigliosa modella israeliana Bar Refaeli, nata vicino Tel Aviv, per la presentazione delle squadre.

La prima a salire sul palco di Safra Square, davanti al municipio di Gerusalemme, è stata la Israel Cycling Academy, che ha rappresentato il via ufficioso del Giro d’Italia 2018. Durante la manifestazione c’è stata un’inattesa ma bella sorpresa.

A rappresentare Israele non sarà un solo atleta ma due: Guy Niv e Guy Sagiv, due partecipazioni molto significative per tutto il movimento ciclistico nazionale.

“Sarebbe fantastico se entrambi arrivassero a Roma”, parole che arrivano direttamente dal team, che per questo Giro ha optato per un assetto internazionale fra cui figura anche un italiano Kristian Sbaragli, nativo di Empoli. Gli altri sono: l’australiano Zak Dempster, il canadese Guillaume Boivin il lettone Krists Neilands, il belga Ben Herrnans e lo spagnolo Ruben Plaza.

Il Giro d’Italia 2018 è molto importante per tutto il paese. Nei mesi scorsi, infatti, l’ambasciatore dello Stato d’Israele Ofer Sachs ha ringraziato l’Italia per il “regalo” e ha parlato di Gino Bartali, a cui è dedicato la corsa di quest’anno:

“Il Giro d’Italia è l’occasione per vedere e comprendere la bellezza di Israele. Bartali è una superstar in Israele e con il KKL Italia costruiremo una pista ciclabile intitolata al campione italiano”.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US