Gli ultimi articoli di: Emanuel Segre Amar

Torino: due diversi dibattiti sulla disinformazione

Lunedì 25 settembre era in calendario un convegno organizzato dall'Ordine dei Giornalisti in collaborazione col Gruppo Sionistico Piemontese. Purtroppo una circolare partita, pare, dalla sede romana dell'Ordine indicava un luogo diverso da quello prestigioso nel centro di Torino, in corso Stati Uniti e la maggior parte dei giornalisti che si erano iscritti hanno preferito, una…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar

La Francia sarà mai amica di Israele?

Il 4 febbraio 1536 il re francese François (Francesco) Premier ricevette in dono dall'imperatore ottomano Solimano il Magnifico il controllo sui luoghi santi di Gerusalemme, e questo accordo venne riconfermato nel 1878. Come scrive giustamente Clément Weil-Raynal, pur essendo questo, già all'epoca, un incarico meramente simbolico, i funzionari del Quai d'Orsay ne approfittano per cercare…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar

Inesattezze e omissioni, lettera al Direttore di Panorama

Signor Direttore, mi permetto di attirare la sua attenzione sull'articolo a firma Vittorio Emanuele Parsi, pubblicato da Panorama, la rivista che lei dirige, l’11 maggio 2017 a pagina 28 che le riproduco di seguito. [caption id="attachment_1154" align="alignright" width="300"] Uomini di Hamas trascinano per la città il corpo di un palestinese accusato di collaborare con Israele…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar

Quanto la propaganda propal manipola i giovani europei

Daniel Borg, studente presso l'Università di Stoccolma, è un idealista. Cullato dalla propaganda pro-palestinese che regna nel suo paese, decide di partecipare ad un programma per volontari organizzato ad Hebron dal movimento Solidarietà internazionale. Convinto di partire per incontrare dei soldati di Tsahal carichi di odio, violenti, corrotti dalla "occupazione", rimane estremamente sorpreso nel constatare che la realtà è molto…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar

Questo non è un attentato islamista

Il balbettio dello Stato francese di fronte all'attacco di Thalys commesso da un marocchino di 26 anni carico di armi ci fornisce l'occasione per ricordare che la giustizia francese si "fa onore", da quasi 15 anni, nascondendo o minimizzando gli attentati islamisti che avvengono su suolo francese. Da allora tutti i terroristi sono qualificati come "forsennati"…
Leggi tutto
Emanuel Segre Amar
  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US