Gli aquiloni incendiari lanciati da Gaza bruciano il sud di Israele

Redazione
-
News

Gli aquiloni incendiari lanciati da Gaza bruciano il sud di Israele

News
Redazione

Gli aquiloni incendiari lanciati da Gaza stanno facendo bruciare la parte meridionale di Israele, rendendo difficile la vita degli abitanti della zona e creando numerosi danni economici.

Oltre 4.000 dunam (circa 1.000 acri) di foreste di proprietà del Fondo Nazionale Ebraico (KKL-JNF) sono andate in fumo.

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, ha affermato che da marzo sono stati indirizzati 600 aquiloni incendiari verso il sud di Israele, parte del paese dove vivono le comunità agricole, che hanno subito perdite economiche pari 1,2 milioni di euro: motivo per cui il ministero dell’Agricoltura ha offerto dei compensi ai contadini dai roghi.

Israele come può fronteggiare questi attacchi? Lo Stato ebraico sta dispiegando le sue forze speciali e i tiratori scelti lungo la barriera fortificata al confine con la Striscia di Gaza, che utilizzano droni per difendersi da queste armi, contro cui il sistema Iron Dome non riesce a essere efficace, come contro i razzi sparati sempre dalla Striscia. 

La presunta rudimentalità degli aquiloni incendiari non deve ingannare: queste armi sono molto pericolose per la popolazione israeliana e per i loro raccolti.

Popolazione che sta avendo sempre più paura dopo l’evacuazione del villaggio di Karmei Katif. Gli appartenenti dei kibbutzim al confine hanno chiesto l’intervento del governo per far cessare gli attacchi provenienti da Gaza.

Gli aquiloni incendiari lanciati da Gaza sono un’arma molto pericolosa che sta devastando il sud Israele.

  • Progetto Dreyfus su Instagram

  • FOLLOW US